standard-title Circuito (Circuit Training)

Circuito (Circuit Training)

CIRCUITO (CIRCUIT TRAINING)

L’allenamento a circuito (“circuit training”) è un metodo di allenamento che consente di migliorare la forza, la potenza e la resistenza a livello muscolare ma anche la funzionalità dell’apparato cardio-respiratorio inoltre rende l’attività fisica più varia, divertente e motivante.

Il circuit training fu ideato nel 1956 da Morgan e Adamson, due professori del Dipartimento di educazione fisica dell’Università di Leeds, in Inghilterra. Negli anni seguenti questo metodo si affermò ovunque, dagli ambienti scolastici a quelli militari, sportivi e riabilitativi.

Nell’allenamento a circuito si passa rapidamente da una “stazione” all’altra del programma, ognuna delle quali consiste nell’esecuzione di un determinato esercizio per un tempo o per un numero di ripetizioni prefissato. Si eseguono in maniera successiva tutte le stazioni programmate con le diverse ripetizioni (o tempo di lavoro) per ogni esercizio, una volta terminato il circuito si recupera per 3/5’. Terminato il recupero si riparte per la seconda serie. In linea di massima si eseguono 3 serie con recupero di 3/5’ tra l‘una e l’altra.
Il circuit training può comprendere esercizi con i pesi o con macchine a contrappesi ma, anche esercizi ginnici diversi quali ad esempio salti, saltelli, trazioni, flessioni, piegamenti, esercizi di corsa come la corsa sul posto a ginocchia alte (skip), oppure l’uso di macchine per l’allenamento cardiovascolare (cyclette, vogatore, tapis roulant, stepper).

  • Quante volte a settimana è consigliato svolgere il Circuit Training?

La proposta del circuit training in un programma di allenamento mirato al potenziamento muscolare può essere svolto da 2 a 3 volte a settimana. Nel periodo invernale si possono svolgere anche 3 sedute alternate di circuit training, mentre nel periodo di gara è meglio ridurre a 1 o 2 volte a settimana, dal momento che è opportuno tener presente che quando svolgiamo allenamenti di potenziamento muscolare difficilmente siamo poi agili e leggeri durante la corsa.

In Alto